Fatima e Casa Leitão

preciosa

Corona d’ oro e pietre preziose. Leitão & Irmão, 1942.

Nel 1917, tra maggio ed ottobre, tre pastorelli, Lucia, Francesco e Giacinta videro “una signora più luminosa del sole”. Da quel lontano 1917, il messaggio di Fatima, alimentato dalla fede cattolica, cominciò a diffondersi in tutto il mondo. La statua Pellegrina della Madonna di Fatima ha attraversato i cinque continenti.

Nel 1941 un gruppo di portoghesi diede inizio a un’iniziativa che culminò in una colletta nazionale per forgiare una corona regale per la Madonna di Fatima. Non venivano chiesti soldi bensì gioielli, affinché la corona fosse il risultato delle donazioni dei fedeli.

Casa Leitão ricevette migliaia di gioielli offerti da altrettante persone e con questo oro, argento e pietre preziose realizzò gratuitamente, nel 1942, la Corona della Madonna di Fatima, l’esemplare di gioielleria portoghese più importante del XX secolo e, al contempo, il più famoso al mondo.

Per tre mesi dodici gioiellieri/orafi si dedicarono alla realizzazione della corona. Furono incastonate 2992 pietre preziose in base al progetto creato dalla stessa Casa Leitão, tra cui si distinguono otto archetti d’oro che corrispondono araldicamente a una corona regale.

L’incoronazione fu celebrata ufficialmente dal Legato Pontificio, il 13 maggio del 1946, nella città di Fatima.

Il 13 maggio del 1981, Giovanni Paolo II, vittima di un attentato in Piazza San Pietro, nella Città del Vaticano, attribuì alla Madonna di Fatima la grazia di esser stato salvato. Nel 1984, a Roma, il Papa donò la pallottola che lo colpì al vescovo di Leiria, in segno di riconoscimento. È interessante notare che la corona originale del 1942 possiede, nel punto di unione degli otto archetti, uno spazio preciso per la grandezza di un proiettile, spazio nel quale difatti è stato poi incastonato, nel 1989.

 

puncao peq