1786 – José Teixeira da Trindade

José Teixeira da Trindade nacque nella città di Porto. Divenne un cittadino insigne dedito al commercio con il Brasile e al mercato dell’oro. Mantenne stretti legami con l’arte orafa. Maria Delfina, sua unica figlia, sposò José Pinto Leitão.

1822 – Oreficeria Popolare

José Pinto Leitão effettuò il registro del punzone “JPL” (marchio di identificazione dell’orafo) e aprì la sua attività in Rua das Flores, la tradizionale strada degli orafi di Porto. “…Il tipo di attività di quell’epoca era il negozio-bottega, nel quale l’orafo lavorava alla presenza del cliente vicino al «cassone», il bancone di vendita. Tra gli articoli più prodotti e tradizionali vi erano il «cuore», gli arrecadas ossia i tipici orecchini della regione e il cordão, catenina doppia, tutti accessori che nel nord si usavano nei giorni di festa, durante messe solenni e nelle feste locali…”

1837 – Matrimonio

Matrimonio di José Pinto Leitão con Maria Delfina, figlia di José Teixeira da Trindade. Questa unione ebbe un’importanza fondamentale per lo sviluppo del marchio Leitão.

1866 – Europa

La gioielleria assunse un ruolo di primo piano nel panorama nazionale. Narciso e Olindo, figli del fondatore, diedero continuità all’attività familiare adottando il nome di Leitão & Irmão. Modernizzarono la produzione per mezzo di nuovi materiali e investendo in macchinari. Arrivò il momento di varcare le frontiere: vennero costituite le filiali di Parigi e Londra, e venne creata un’importante rete di contatti.

1872 – Brasile

Pietro II, imperatore del Brasile, concesse a Leitão & Irmão il titolo di “Orafi della Casa Imperiale del Brasile”. Il legame tra la corona e Leitão & Irmão risale all’assedio di Porto (1832/1833), periodo in cui José Teixeira da Trindade stabilisce rapporti personali con il re Pietro IV di Portogallo e I del Brasile.

1887 – Gioiellieri della Corona

Il 1º dicembre, Luigi I re di Portogallo, conferì a Leitão & Irmão il titolo di “Gioiellieri della Corona”. Leitão & Irmão era il riferimento di fiducia della Famiglia Reale per la creazione di regali a parenti, amici e personalità importanti. Anche la regina Maria Pia era una cliente entusiasta e fedele. Ebbe un ruolo determinante nell’acquisto di numerosi oggetti di utilità quotidiana e decorativi, in argento e oro, di grande raffinatezza e sobrietà che rivelano la sua preferenza per l’estetica del neo-rococò.

1888 – Vaticano

Calice donato dal re Luigi a Papa Leone XIII, in occasione delle celebrazioni del Giubileo nel 1888. In segno di particolare apprezzamento, Papa Leone XIII utilizzò il calice donato dal re del Portogallo durante la celebrazione liturgica del Giubileo.

1942 – Corona in oro e pietre preziose

Corona della Madonna di Fatima, uno dei più celebri gioielli del Portogallo.  Offerta dai portoghesi come ringraziamento per aver risparmiato i suoi figli dal dramma della Seconda Guerra Mondiale. La corona, in oro e pietre preziose, fu il risultato di  una campagna nazionale di offerte consegnate alla casa Leitão, che le dedicò tre mesi di lavoro, impiegando dodici orafi che incastonarono in essa 313 perle e 2679 pietre preziose. Quasi mezzo secolo dopo, nel 1984, questo capolavoro assunse un’importanza ancora maggiore quando Papa Giovanni Paolo II donò alla Madonna di Fatima la pallottola che lo aveva colpito nell’attentato del 13 maggio 1981 nella Città del Vaticano. Il proiettile fu perfettamente incastonato nello spazio vuoto formato nel 1942 dall’unione degli otto archetti che formano la corona.

1942 – Corona intagliata in argento dorato

Corona della Madonna di Fatima intagliata in argento dorato. Oltre alla Corona Preziosa, fu realizzata un’altra corona in argento dorato, per tutti i giorni. La Corona Preziosa viene invece usata in occasione degli anniversari delle apparizioni e durante altri eventi speciali.

1958 – Cristo Re

Oggetti liturgici in oro. Inaugurazione del monumento del Cristo Re nella città di Almada.

2000 – Giubileo

Il presepe della scultrice Graça Costa Cabral. Formato da 15 figure in argento, disposte su una base costituita da cinque lastre di ardesia, è stato donato a Papa Giovanni Paolo II, a Fatima, in occasione del Giubileo dell’anno 2000, a conclusione dell’opera iniziata nel 1981.

2003 – Rosario della Luce

In occasione delle celebrazioni per i 25 anni del Pontificato del Santissimo Papa Giovanni Paolo II e della chiusura dell’Anno del Rosario, Casa Leitão fu invitata a creare un rosario ispirato ai Misteri Luminosi, un’opera unica che simboleggia i nuovi misteri, offerto poi in dono a Sua Santità in ricordo del suo legame con il Portogallo.

2014 – Rosario del Nuovo Millennio

Prodotto in occasione dei 100 Anni di Fatima e della canonizzazione di Papa Giovanni Paolo II, il Rosario del Nuovo Millennio, in argento o  in oro e cristallo di rocca, racchiude in sé i quattro Misteri che costituiscono la nuova composizione del rosario.

puncao peq